Apparecchi acustici digitali. Il futuro alle porte   Sempre più piccoli e discreti, oggi grazie al progresso tecnologico l’apparecchio acustico può dialogare con cellulari, amplificare il suono del telefono e ascoltare musica, grazie a una semplice connessione Bluetooth. Non solo!  Sono nate tantissime applicazioni per lo smartphone che aiutano i deboli d’udito ad amplificare i su...

Continua a leggere
Inquinamento acustico3

Inquinamento acustico

  • Caricato il 11 Giugno 2019
  • in Articoli

  Quanto fa male il rumore? Certi rumori proprio non li sopportiamo! Ma siamo certi che quelli a cui siamo sottoposti ogni giorno siano normali, oppure è il nostro udito ad essersi abituato a tollerarli? Vivere oggi, soprattutto nelle grandi città, ci costringe a diversi tipi di inquinamento che fanno parte ormai della nostra vita quotidiana. Raramente però si parla di inquinamento acu...

Continua a leggere

      Con la delibera della giunta regionale N° 1734 del 19 novembre 2018, la Regione Veneto mette a punto un piano triennale d’azione per l’inclusione delle persone con disabilità sensoriali (sordi, sordomuti, ipovedenti e non vedenti) e investe sulla diffusione della lingua dei segni e di quella tattile. L’assessore regionale alla sanità, servizi sociali e alla programmazione soci...

Continua a leggere

  Deficit uditivo e depressione, quando preoccuparsi   Prima di affrontare l’argomento su quanto la perdita d’udito sia correlata alla depressione, vi diamo qualche accenno su questa patologia. Nel DSM-V (Diagnostic and Statistical Manual of mental disorders «Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali») sono cinque i criteri per diagnosticare la depressione. I primi tre son...

Continua a leggere
Memoria uditiva4

Memoria uditiva

  • Caricato il 28 Gennaio 2019
  • in Articoli

  Recenti studi, hanno dimostrato come un danno uditivo (ipoacusia) possa influire sulla capacità di memorizzare informazioni, comprenderle ed elaborarle in relazione alla percezione dei suoni. La corteccia uditiva, situata nel lobo temporale, trasmette i suoni alla corteccia cerebrale, che elabora le informazioni percepite.  Di conseguenza, si può affermare che un calo uditivo è associat...

Continua a leggere